In queste sequenze, girate dal pioniere della cinematografia di guerra Luca Comerio durante il conflitto italo-turco del 1911-12 e realizzate con i mezzi della sua societÓ, la Milano Film, l'autore dimostra di conoscere tutti i segreti per rendere il documentario bellico (uno dei primi della nostra storia militare) il pi¨ possibile spettacolare. La disparitÓ delle forze dei due eserciti passa in secondo piano rispetto all'efficacia delle nostre cariche di cavalleria: le truppe italiane avanzano coraggiosamente nelle plaghe nordafricane conquistando fortini e posizioni; a questa marcia inarrestabile si contrappongono drammatici primi piani dei cadaveri del nemico. Non manca un elemento che diventerÓ presto una costante delle guerre moderne: la presenza dei media, qui rappresentata dallo sbarco di uno stuolo di giornalisti.